"Vedi mai una stella cadere e non ricordi cosa desiderare?"  -

(via nebbia-tra-i-pensieri)

Non ho niente dentro, perchè dentro ci sei tu



89259


7550
"Questa volta, se per caso fosse amore, me lo voglio meritare."  - Il viaggio, Daniele Silvestri.


43696
x: come fai ad avere la pancia piatta?
Io: mi sdraio
"…del piacere che ho provato a stare oggi assieme a te. Dentro al letto, sopra al letto, col futuro che non c’è."


4776
"«Pensavo ti fossi dimenticato di me», disse. «Ci ho provato»."  -

Carlos Ruiz Zafòn. (via corpicollisi)

-

(via alicenelpaesedegliorrori)

(Fonte: stringimiprimadiperderci, via novembremillenovecentonovantasei)

tivoglioraccontare:

erisdin:

La sindrome premestruale è quella cosa che ti cade un libro dalle mani per due volte di seguito e ti metti a piangere.

Questa definizione è così esatta che quasi mi commuovo

(via oceanitralecostole)

"E come sono noiosi questi anni zero, ma solo prima di conoscere te."  - L’orso.
"Mi sveglio, e sei decisamente tu."  - Rino Gaetano.

ignitionremix:

it’s a beautiful day to give me money

(via fasialterne)

"Negli anni della maturità pochi uomini sanno, in fondo, come son giunti a se stessi, ai propri piaceri, alla propria concezione del mondo, alla propria moglie, al proprio carattere e mestiere e loro conseguenze, ma sentono di non poter più cambiare di molto. Si potrebbe sostenere persino, che sono stati ingannati; infatti è impossibile scoprire una ragione sufficiente per cui tutto sia andato proprio così come è andato; avrebbe anche potuto andare diversamente; essi hanno influito pochissimo sugli avvenimenti, che per lo più sono dipesi da circostanze svariate, dall’umore, dalla vita, dalla morte di tutt’altri individui; e solo in quel dato momento si sono abbattuti su di loro. Quand’erano giovani la vita si stendeva loro dinanzi come un mattino senza fine, colmo di possibilità e di nulla, e già al meriggio ecco giungere all’improvviso qualcosa che pretende di essere ormai la loro vita; e tutto ciò è così sorprendente come vedersi davanti tutt’a un tratto una persona con la quale siamo stati vent’anni in corrispondenza, senza conoscerla, e ce la siamo immaginata completamente diversa."  - Robert Musil, L’uomo senza qualità (via luomocheleggevalibri)

(Fonte: unacasasullalbero, via luomocheleggevalibri)

+